Patrizia Valduga – Libro delle laudi



Dopo la scomparsa di Giovanni Raboni, Patrizia Valduga si era ritrovata a scrivere alcuni distici che chiudevano gli Ultimi versi – la breve raccolta postuma di Raboni, pubblicata da Garzanti nelle prime settimane del duemilasei – per poi chiudersi in un silenzio di sei anni. Ed ecco che dopo questi sei anni di silenzio la Valduga ritorna con il Libro delle laudi, che riprende le ultime poesie dedicate a Raboni e le integra con altri versi scritti in pochissimi giorni durante il natale del duemiladieci.

Questa raccolta sorprende e non sorprende. Sorprende perché la poetessa aveva deciso di non scrivere più, come se con la morte del compagno lei stessa si fosse ritrovata priva di voce. E non sorprende perché chiude – cerca di chiudere, di precisare – il dettato breve, nervoso, che aveva dato l’impronta ai suoi ultimi testi.

Distici acuminati, serrati dallo spavento della perdita, dal terrore di non avere più vita da Giovanni. Distici quasi privi di punteggiatura, affollati di parole rima (tra tutte, spiccano le parole-amuleto vita e pietà), come chiusi in sé stessi, imprigionati da un’ecolalia che non permette alcuna costruzione di senso, che non dà orizzonti: Signore della morte e della vita, / nessuno più di lui merita la vita. / Signore di ogni tempo di ogni vita, / per la sua vita ti dò lo mia vita.

L’intera produzione della Valduga si è sempre riflessa e dispiegata attraverso due poli: Amore e Morte, Eros e Thanatos. E se diamo per buona la lettura di Stefano Giovanardi, la metrica adottata dalla Valduga (una metrica classica, fatta di sonetti, terzi, ottave, ballate) aveva finora svolto il compito di gestire il portato erotico del dettato. Maggiore il trasporto, maggiore il contenimento (il contenitore) metrico.

Il resto, qui
.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...