Tra le righe del Canto


 

Tornerà sui casermoni fasciati

di grigio anche solo una falce, un uncino,

a sollevarli dallo scempio anche questa notte?

 

Che sia luce bianca, di latte, sottile

e severa o che sia rossa, panciuta

e piena di sé, poco importa.

 

Poco importa purché torni la luna,

e ci liberi dallo spavento e

lavi questa notte di verde bottiglia.

 

Questa poesia è stata scritta troppo in là per poter essere pubblicata insieme al Canto. Per chi fosse comunque interessato alla raccolta, è possibile visitare la pagina di Amazon, questa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...