Ecce homo – Un ritratto di fedeltà


 

Le mani incidevano un ritratto di fedeltà,

sbrigliavano i denti annodati, liberavano

le ultime sillabe. La tua vita si chiudeva,

perdeva tutte le case, anneriva i pozzi.

Il vento che ha mangiato il tuo corpo

di foglia attraversa le mie porte.

 

Il resto si trova qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...