Il prigione – Parte seconda


 

Gli occhi non pulsavano più, e mi permisero di vedere le pareti bianche della chiesa appena sfiorate dalla luce che filtrava dalle piccole finestre della cupola. Mi spostai lentamente verso una delle due navate laterali. Delle teste che spuntavano dai banconi si animarono al mio passaggio. Erano donne anziane. Alcune di loro avevano capelli vaporosi, bluastri, altre incrociavano le braccia, si avvicinavano le borse ai fianchi. Arrivai di fronte alla statua di una Madonna con il Cristo morto.

Dalla schiena del Cristo, sospesa sopra le ginocchia della madre, uscivano due sostegni di metallo, come a rassicurarne la tensione. Un manto di velluto nero scendeva dalla testa fino alle spalle della Madonna, scivolando sulle braccia aperte. Non riuscivo a capire di quale stoffa fosse la gonna. Era viola, aveva la consistenza di una meringa.

Gli occhi della Madonna erano sproporzionati, strabuzzati. Quello destro era il più ribelle. Chissà, forse per distrazione, stanchezza, o forse anche per incapacità, chi aveva costruito questa pietà si era ritrovato con una Madonna strabica.

Cosa succede al protagonista? Dove l’avevamo lasciato? Un uomo, senza nome, decide di abbandonare la propria casa per andare altrove. Non sa esattamente dove andare, ma sale su un treno, in fuga da sé stesso e da un’emicrania che gli assedia la testa e gli occhi. Dopo poche stazioni il treno è costretto a una sosta. Questa sosta è il primo imprevisto, solo la prima tappa di un viaggio che per il protagonista, ancora innominato, non sarà che un’altra declinazione del ritorno verso sé. La conclusione avverrà nella terza parte.

L’ebook è presente su Ultimabooks, e su Lulu. A breve, sarà in vendita su altri bookstore.

Chiunque fosse interessato, può fare un reblog di questa segnalazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...