Sono gli appunti preparatori di “Strada Provinciale Tre”, scritto da Simona Vinci e pubblicato da Einaudi nel 2007.

intuttisensi

Prima di diventare un romanzo e prendere la forma di un libro, Strada Provinciale Tre era un taccuino di appunti.

Questo.

Lei è una donna che corre.

Corre.

Una strada larga che taglia campi distrutti da fabbriche, vivai, teli di plastica gonfi come pance malate, insegne di trattorie per camionisti, fumo dalle ciminiere grige in mezzo al paesaggio piatto. Corre sul bordo della strada, i piedi battono forte sull’asfalto pieno di rughe, buche, crateri, mozziconi di sigaretta, preservativi, merde di cane, gatti spiaccicati, piume d’uccello, lattine accartocciate. Inciampa, cade in avanti, le mani la sostengono, si brucia i palmi sull’asfalto, si screpola le unghie, sanguina, ma si rialza e ricomincia a camminare, a correre. I camion sfrecciano davanti a lei. Musi mostruosi, ghigni giganteschi con occhi feroci che lampeggiano e non rallentano. I colpi dell’aria sono schiaffi violenti che rallentano la sua corsa, la ostacolano ma non la impediscono. Continua…

View original post 5.060 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...