Le schiene delle case


Mi hanno detto della tua casa (e nel rovescio
ristabilivo il confine, ritrovavo la tesa, l’orlo
del balcone e le sue bottiglie, il corrimano
di ferro battuto). Raccontano della via
frantumata che ha smesso di nutrire altre
fughe, e sbocca nella piazza chiara di polvere
e di luce. Insistono, mi battono nelle tempie,
infilano monete nelle tasche. Raccontano
ma non sono eroi. Piantonano, non sono definibili.
Tra le altre, come una trave, la moneta del tempo.

 

Questo è il primo testo di un palinsesto digitale che riguarderà il Canto, una riscrittura che continuerà, carsicamente, per i prossimi mesi, prima di riemergere per i tipi di Errant Editions. Il Canto è reperibile su Amazon, qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...