Il tuo inferno


Tornavo a casa camminando sulla terra
stancata dal dopopioggia. Non era dato più
alcun mutamento, mancavano ancora conferme,
il disastro si era rivelato intenzionale. Raccoglievo
gli ultimi episodi della resa, cercavo di accostarli
per fedeltà. Tornavo a casa in una condizione
di ospite, chiudevo gli occhi alle cose, sicuro
e impaurito di non essere visto. Tornavo
nella casa del tuo inferno intenerito.

 

Altre cose qui. Altre cose ancora, su questa pagina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...