di qui


 

La sentinella,
il suo occhio grigio, il cane che stringe
il polpaccio.
I più, assetati, tra i fumi, abbandonano la darsena
perché non la conoscono. Di qui il senso del tragico,
il mito, il riparo per la fronte.
Durerà tutto l’inverno questo bicchiere
d’aceto, tutto un altro secolo.

 

Altri ripari qui, e qui.

Annunci

3 thoughts on “di qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...