eternità


 

Hai lisciato la nuca,
contato i tuoi capelli, hai
raccolto le ali della tortora
e badato al governo della casa.
Le chiavi non seguono più alcuna
variazione e nella conchiglia non
è rimasto più vino. Ma tu provi,
provi questo e altri giochi di eternità.

 

Il verso finale, “questo e altri giochi di eternità”, è preso di peso dagli Esordi, di Antonio Moresco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...