un limite


 

Piangimi un limite,
scegli una grazia, imponi
un desiderio che sia irrevocabile.
Ognuno di noi, a turno, riconosce
il proprio debito, il rame
di questa scala, la pretesa
dell’azione prima di ogni turbamento.
Poi la supplica di un ritorno,
la supplica che sia di nuovo infanzia
il verde luminoso, la premura
del sonno senza un peso.

 

Altri pesi qui, e qui.

Annunci

One thought on “un limite

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...