l’incontro


 

L’attesa prima di compiere il gesto,
ogni volta annuendo in una lingua non
propria per paura, o vergogna. Poi si torna
a esistere. Quando pensi che scorra, il tempo,
il tempo si sottrae. L’intelligenza conta i passi,
ne conta quindici. In lontananza l’incontro
è ancora bellezza, non pretende divisioni.
Poi un altro passo ancora, poi il bisogno.

Altre divisioni qui, e qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...